facebook Seguici su Facebook:

  • home3
  • home5
  • home6

Siamo una sottosezione del CAI di Verona con ben 58 anni di vita!

Il nostro motto è simboleggiato da tre A:

Altezze - Amicizia - Allegria.

Il nostro scopo è favorire e promuovere la conoscenza e la pratica dell'escursionismo, dell'alpinismo e del turismo, curando anche iniziative di carattere formativo, culturale e ricreativo.

La nuova sede è VIALE PALLADIO 29/A  - 37138 VERONA
(palazzina grigia all'angolo con Via Albere)

Telefono 333 3267351 . Campeggio 333 4282469

 

programma-2 

 

Agenda

SENTIERO DEL PONALE

Vale per gli escursionisti a piedi, e vale per gli appassionati di MTB: il sentiero del Ponale è da molti considerato il più bel percorso del Lago di Garda, uno di quei tracciati da fare almeno una volta nella vita. Parte dal centro di Riva del Garda, davanti alla storica centrale idroelettrica, e dopo un tratto a strapiombo sulle acque del Lago di Garda si inerpica in direzione nord-ovest lungo il torrente Ponale per raggiungere le rive del Lago di Ledro.
Il motivo per cui questo sentiero è facilmente percorribile sia a piedi che in mountain bike è presto detto ed è storico: questa antica strada di collegamento ideata e finanziata da Giacomo Cis, un commerciante nativo di Bezzecca, venne inaugurata nel 1851 e fino al 1992 è rimasta aperta al traffico veicolare. Sì, fra questi tunnel e tornanti scavati nella roccia, fino al 1992 ci passavano automobili e altri mezzi a motore. Dal 2004 è divenuta pista ciclabile e sentiero apprezzato da moltissimi escursionisti e ciclisti.


PROGRAMMA

Partenza  ore 7.30 da Piazzale Romano Guardini, dietro l’ITIS G. Marconi
Dislivello  600 m circa
Lunghezza  10 km circa
Tempi di percorrenza  4 ore circa comprese le soste
Abbigliamento  adatto alla stagione
Difficoltà  escursionistica
Pranzo  individuale al sacco
Contributo spese  20 €

Prenotazioni in sede
per telefono al 333 3267351
per e-mail
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

CASTAGNATA

Eccoci finalmente giunti alla nostra tradizionale castagnata, un appuntamento da non perdere, una giornata da passare in allegra compagnia, un’occasione in più per conoscere il nostro territorio, che più spesso di quanto si possa immaginare nasconde inaspettate sorprese. Quest’anno la castagnata si svolgerà a Rosaro, un piccolo borgo prima di Cerro, posto in magnifica posizione; se avremo la fortuna di una giornata soleggiata (e perché non dovremmo averla?) godremo di una vista mozzafiato sulla nostra bella Verona. Il paese, infatti, è noto con il nome di “balcone della Valpantena”.
Il ritrovo è alla Chiesa parrocchiale di Rosaro, dove c’è la possibilità di parcheggiare le nostre macchine. Ci incammineremo, seguendo un percorso ad anello che non presenta alcuna difficoltà, verso località Praole, quindi prenderemo un sentiero in discesa che ci porterà nel Vajo di Cavazze: un posto suggestivo con un piccolo ruscello e tanto verde. In primavera è invece un’esplosione di bucaneve!
Riguadagnato finalmente il paesino di Rosaro, saremo ospiti del CENTRO NOI. Alcuni simpaticissimi e fantastici cuochi ci prepareranno un delizioso pranzetto, concludendo il tutto con le nostre buonissime castagne nostrane e qualche bicchiere di buon vino locale. Vorremmo proprio che questa castagnata fosse veramente una giornata dedicata all’amicizia, allo stare insieme in conviviale amicizia, rallegrata magari da qualche canto in compagnia.
A tutte le nostre gentili socie:
i vostri dolci sono sempre benvenuti!

PROGRAMMA

Ritrovo  ore 8.30 presso il piazzale della Chiesa parrocchiale di Rosaro
Partenza  ore 9
Tempi di percorrenza  poco più di 3 ore
Abbigliamento  sono consigliate le scarpe da trekking
Contributo spese  15 € - 10 € per bambini e ragazzi fino a 10 anni

Per ulteriori informazioni si prega
di contattare ELIGIO e
PAOLA FIOCCO 348 9326481

 

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

CONTRADE DELLA LESSINIA DA VELO A CORBIOLO

L’escursione che proponiamo ci porta a visitare la Lessinia, luogo ricco di natura e tradizioni, terra di spettacolari fenomeni carsici e caratteristiche contrade con tetti in pietra.
Si inizia a camminare da Velo (1.088 m) seguendo il segnavia 253 che coincide con la strada che porta a Conca dei Parpari, si passa per la Croce del Gallo (1.170 m) dove si collega al sentiero 251 e passando nei pressi del Covolo si giunge a Camposilvano (1.157 m). Si continua per strada asfaltata che porta a San Francesco (1.101 m) e usciti dall’abitato si scende a sinistra per una carrareccia che si addentra in un bosco di abeti e frassini e diventa sentiero (un po’ ripido) che conduce nel Vajo di Squaranto (870 m) dove incrocia l’itinerario 254.
Si prosegue per contrada Sponda di Qua (945 m) e Sponda di Là (942 m); in vista dell’abitato di Valdiporro un breve tratto di mulattiera e strada porta in paese (1.068 m), dove si effettua la sosta per il pranzo.
Si scende una scala in pietra e si arriva a contrada Cenise di Sotto (980 m) e per una mulattiera fra muri a secco, prati e boschi si attraversa località Comperli (945 m), Campi (905 m) e Vurmi (828 m) proseguendo infine per Corbiolo (850 m) meta della nostra gita.

PROGRAMMA

Partenza  ore 7.30 da Piazzale Romano Guardini, dietro l’ITIS G. Marconi
Dislivello  300 m in salita, 540 m in discesa
Tempi di percorrenza  5 ore, escluse le soste
Abbigliamento  adatto alla stagione
Difficoltà  escursionistica
Pranzo individuale al sacco
Contributo spese  15 €

Prenotazioni in sede
per telefono al 333 3267351
per e-mail
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.